Il 31 Gennaio 1919 viene firmato l’atto costitutivo della nostra Sezione. Cento anni è un traguardo difficile da immaginare. È un orgoglio viverlo da Senior, Capo, Dirigente, Commissario, Presidente ed è una responsabilità lasciarlo a coloro cui doniamo il nostro tempo e le nostre energie: i ragazzi.
Tanti hanno contribuito a scrivere la storia della nostra Sezione.  Ognuno ha indicato una direzione ed ha lasciato una traccia. Ha interpretato a suo modo il motto dell’Adulto Scout “Alere flammam”, testimoniando gli ideali della Promessa e della Legge Scout sui quali si è impegnato, scegliendo di indossare il foulard.
Vivere il Centenario significa capire l’importanza di guardare al passato per vivere il presente e costruire il futuro avendo sempre come punti di riferimento i valori che ci contraddistinguono e che dobbiamo avere il coraggio di testimoniare sempre.
Oggi, come ieri, non è semplice costruire un mondo migliore ed educare coloro che un giorno lo abiteranno: i giovani. Insegnare a ciascuno come poter essere un buon cittadino in grado di compiere scelte autonome e responsabili, impegnato in prima persona per promuovere la solidarietà, i diritti universali, la pace e la tutela dell’ambiente.
Il mondo migliore, nel senso del cambiamento verso il meglio, non si crea con grandi e fugaci mutamenti, ma con piccoli e perseveranti gesti che contagiano e si moltiplicano rendendo un piccolo movimento, una valanga inarrestabile.
L’esperienza scout forma l’individuo a ricercare, scegliere, condividere valori per i quali è necessario, talvolta, intraprendere strade mai percorse, ma soprattutto avere il coraggio di operare delle scelte.
Ai nostri ragazzi dobbiamo trasmettere questo coraggio con l’esempio di azioni concrete, di impegno personale e di impegno associativo.
Il mio invito è di farlo nella vita di ogni giorno partecipando attivamente a quello che succede intorno a noi, manifestando la nostra idea in modo trasparente senza strumentalizzazioni e ideologie, talvolta anche in silenzio senza troppo parole, ma con l’esempio del fare.

Essere ancora, qui oggi, è dimostrazione che tutto ciò è possibile ed è auspicio perché quest’avventura non finisca….Grazie a tutti!!

Auguri C.N.G.E.I. TRIESTE!

Buona Caccia e Buona Strada

Marco Possenelli
Presidente
C.N.G.E.I. A TRIESTE